Conflitto e mediazione. Lavoro e emergenza sociale nel 1944-’48, Pistoia-Italia

19 Gen

21-gennaio-fronteConferenza “CONFLITTO E MEDIAZIONE – Lavoro ed emergenza sociale nel 1944-’48, Pistoia – Italia”

Sabato 21 gennaio

Sala maggiore del palazzo comunale, piazza del Duomo, Pistoia

Ore 10:00
Introduce e coordina Andrea Ottanelli Direttore Storia Locale
Saluti di:

Gessica Beneforti Segretaria CGIL Pistoia
Roberto Barontini Presidente ISRPt

Testimonianza di:
Natalino Lucarelli Operaio e testimone dell’ epoca

Interventi di:
Stefano Bartolini Fondazione Valore Lavoro
Pistoia dalla Liberazione alla morte di Ugo Schiano
Fabrizio Loreto Università di Torino
Il secondo dopoguerra tra violenza politica e conflitto sociale

Conclude:
Samuele Bertinelli Sindaco di Pistoia

 

L’evento è promosso dal Comune di Pistoia nell’ambito di Pistoia Toscana capitale italiana della cultura 2017 ed è realizzato in collaborazione con CUDIR, Fondazione Valore Lavoro e SPI-CGIL

Scarica il programma

Annunci

Partite IVA: benvenuti nel nuovo Ottocento

14 Gen

precati-con-immagine-coordinata-e1483177301275

Col la crisi iniziata nel 2008 si è aggiunto un altro tassello, che sembra indicare un vero e proprio cambiamento di modello. Non si tratta semplicemente della deregolazione del lavoro, tanto nei diritti che nelle forme organizzative. Siamo di fronte a qualcosa di più profondo, di cui la deregolamentazione è solo l’aspetto più immediatamente visibile: l’elevazione a modello ideale del rapporto di lavoro autonomo.

Oggi viene rimesso al centro il lavoratore come singolo, il quale contratta personalmente le forme e i compensi del proprio lavoro nei confronti del datore. La forma più tipica è quella delle partite IVA, in particolare di quelle che non fanno parte di un ordine professionale. Né professionisti nel senso classico del termine né artigiani, le partite IVA sono lavoratori il cui tratto distintivo è la subalternità. Il pensiero dominante ne esalta la figura di lavoratore libero, in grado di giocarsi la propria partita sul mercato.

Continua a leggere

Lavoro: informiamoci! #2 Lavorare con Partita IVA

20 Dic

partita-ivaUn incontro per sapere tutto sul lavoro a Partita IVA, su quando è reale o è falso, sui regimi fiscali, sul recupero crediti ed altro ancora

Giovedì 22 Dicembre, ore 21.00

interviene
Francesca Lupo – NIdiL Firenze

Circolo Arci Hochiminh, via Dalmazia, 33 – Pistoia

Il Giro d’Italia di Senso Comune: prima tappa Pistoia 15 dicembre

12 Dic

banner-con-occhio

Per un populismo dalla parte giusta: il manifesto di Senso Comune.

Introduce Stefano Bartolini.
intervengono
Tommaso Nencioni (editorialista de Il Manifesto)
Stefano Poggi (Istituto Universitario Europeo).

www.senso-comune.it

Giovedì 15 Dicembre – ore 21.00

Circolo Arci Hochiminh
via Dalmazia, 33 – Pistoia

Resti di una civiltà

11 Dic

01

Il paesaggio porta inscritti, visibili e palpabili, i segni della Storia, e può essere letto come una mappa del tempo la cui unità di misura è il mutamento. Nell’arco di un ventennio siamo passati dal mondo contadino, con i suoi codici, i suoi linguaggi, la sua cultura antropologica e materiale alla civiltà dei consumi, tipica della contemporaneità in cui viviamo. L’universo rurale, risalente alle epoche più remote, è scomparso. Ma il territorio conserva la memoria della sua esistenza, così come di altre grandi civilizzazioni del passato. Circondati dai segni della modernità, timidi ed inosservati colossei e partenoni popolano l’ambiente a noi circostante, portandosi ancora dietro la subalternità che fu dei loro costruttori, contadini pluriattivi, artisti dell’ingegno umano. Sono le ultime rovine lasciateci in dono, testimoni di quel che è stato, che reclamano silenziosamente un’archeologia rurale ed uno Status capaci di salvarle per quel che sono.

Attivarsi! Forme organizzative dal basso e nuovi media

10 Dic

15241390_1035635573229659_7165030656203698715_n

Una bella discussione sul Community Organizing, il ruolo dei nuovi media, le forme di organizzazione del basso e i movimenti, con esempi concreti su quello che sta accadendo in Italia, Grecia e Spagna.

Introduce Stefano Bartolini

Interviene Alice Mattoni, Scuola Normale Superiore visita il suo sito

Sabato 10 dicembre 2016, ore 17:00

Circolo ARCI Ho chi minh,  via Dalmazia 33 – Porta al Borgo, Pistoia

 

Dopo il Referendum, da ricostruire è il popolo (e non la sinistra)

7 Dic

613445810_2249c2d193_b

Stefano Bartolini, Tommaso Nencioni

La valanga di No non ha sepolto soltanto una (brutta) ipotesi di riforma costituzionale, ma anche la compagine governativa che l’aveva varata. Le reazioni isteriche da parte dei renziani spodestati sono di grande utilità per comprendere alcuni fenomeni sotto i nostri occhi. Non si tratta soltanto della riedizione della rabbia già vista in passato ad ogni sconfitta del centrosinistra. Qualcosa di più profondo è venuto maturando nel corso di questi 20 anni che ci separano dalla crisi della Prima Repubblica. Lentamente ma progressivamente è avvenuta una mutazione identitaria e politica. Stare al governo è diventato un valore in sé, un nuovo idolo. Per stare al governo si è stati disposti a distruggere i diritti del lavoro senza risolvere nessuno dei problemi in campo. Per stare al governo si sono difesi banchieri, frantumato risparmiatori, elevato a classe dirigente giovani politicanti interessati solo ai propri interessi. Alla fine hanno perso il lume, non c’è da stupirsi, ed oggi non riescono a capire cosa è successo.

Continua a leggere su Senso Comune